Famiglia SEMELIDAE


Riconoscere le conchiglie della famiglia Semelidae

 

I Semelidae sono bivalvi di dimensioni piccole o medie, abitanti dei fondali fangosi, melmosi o sabbiosi dove vivono seppellendosi. Hanno una forma generalmente allungata in direzione laterale, relativamente simmetriche; sono piatte e depresse, poco rigonfie, spesso lisce o ornate da sottilissime linee radiali o concentriche. Le Semelidae sono affini alle Tellinidae, la caratteristica che differenzia queste due famiglie così simili è la posizione del legamento, esterno nelle Tellinidae (come nella maggior parte dei bivalvi), interno nelle Semelidae. Oggi si possono trovare nelle lagune e nelle spiagge sabbiose.

Sono abbastanza rare da trovare in forma fossile, forse per il loro guscio sottile e fragile che poco resiste agli stress di fossilizzazione. Qui nella Tuscia si possono trovare molte Scrobicularia plana nella Macchia della Turchina, ben conservate, in posizione di vita e chiuse: l'argilla molto fine ne ha permesso la conservazione fino ai giorni d'oggi.


Scrobicularia plana, Macchia della Turchina (Monteromano, VT)
Scrobicularia plana, Macchia della Turchina (Monteromano, VT)

Scrobicularia plana

 

Questa conchiglia ha sempre rappresentato un dilemma per me: assomiglia tantissimo a Tellina planata ma ha questa costolatura concentrica molto spiccata che si manifesta su tutti gli esemplari della Macchia della Turchina, nella quale questa specie è molto comune e rinvenibile in buone condizioni, anche in posizione di vita. Un altro carattere che mi ha fatto dubitare della classificazione è la forma, che in alcuni esemplari è quella tipica di Tellina planata, compresa la piccola carena laterale e l'incurvamento delle valve, e in altri è più distorta e si avvicina a quella di Gastrana fragilis. Ho trovato casualmente il nome di questo bivalve e di questa famiglia (che non conoscevo) e subito ho notato l'impressionante somiglianza; inoltre il campo di variabilità rientra in quello dei miei esemplari, grazie al riscontro fotografico con le foto numerose sul web (è una specie abbastanza comune e attualmente vivente)

Questi bivalvi sono stati trovati solo tra le argille plio-pleistoceniche della Macchia della Turchina, con un'alta densità e associate ad altre specie sia sabbiose che rocciose. Hanno una forma ovaloide, con un lato (quello posteriore) variabilmente protratto verso l'esterno, rendendo la conchiglia leggermente inequilaterale. Le due valve sono inoltre asimmetriche tra di loro, infatti guardandola di profilo i bordi delle valve non risultano rettilinei tra di loro ma curvi. La decorazione è costituita da grosse coste concentriche, in alcuni esemplari sono relativamente fini e sembrano solo linee di accrescimento, in altri sono quasi lamellose. La cerniera è quella tipica della famiglia Tellinidae: piccola, triangolare e con i due piccoli denti cardinali angolati al centro. E' però questa cerniera che differenzia la famiglia Tellinidae e quella Semelidae, anzi il legamento: nella prima famiglia è esterno, nella seconda è interno ed è ancorata subito sotto la cerniera, nell'interno della valva.